Travi da Ponte


 

Casseforme per Prefabbricazione Civile

 

Linee di produzione per elementi precompressi, usati come travi per la costruzione di campate per ponti.

 

Esempi di travi da ponte:

 

  • Travi a “U” o “W”, per campate lunghe per ponti o viadotti per grandi autostrade, ideale per campate distorte con alta sollecitazione alla torsione. Larghezza del fondello di circa 1m e altezza variabile fino a 1,6m. Campata fino a 45m.
  • Travi a cassone con ali larghe inferiori. Fondelli di larghezza fino a 2,5m, altezza fino a 1,8m.

 

Queste casseforme sono auto-reagenti. Questo si ottiene integrando le testate di tiro al cassero. Da un lato si trova la parte fissa la cui funzione è quella di fissare i cavi in tensione, mentre al lato opposto si trova la testata attiva, cioè dove vengono applicati i cilindri per il rilassamento dei cavi prima del taglio, a maturazione del calcestruzzo avvenuta.

 

Il cassero è dedicato all’elemento che deve essere prodotto, generalmente progettato con un telaio inferiore dove è inserita la struttura auto-reagente ed è posizionato il fondello.

 

Le sponde laterali, per l’apertura e chiusura, sono azionate da dispositivi idraulici e serrate da chiusure rapide speciali.

 

Un tampone superiore, retrattile se richiesto dalla forma speciale dell’elemento, è calato dall’alto sopra; il suo movimento è controllato da un dispositivo idraulico.

 

In tutti i tipi di casseri per travi da ponte, ogni collegamento tra le parti mobili del cassero in contatto con il calcestruzzo, è fornito di di guarnizione in gomma in modo da evitare perdite. La guarnizione può essere posizionata sotto la superficie di getto (con smusso in metallo saldato alla lamiera) o saldata sul separatore, con sezione speciale (tipo GF) la quale è già fornita di smusso in gomma vulcanizzato al supporto metallico.

 

Queste casseforme possono essere attrezzate con un Sistema di vibrazione, consistente in una serie di vibratori elettrici oppure pneumatici. La vibrazione compatta il calcestruzzo rimuovendo aria ed incrementa la forza meccanica alla maturazione del getto. Inoltre la vibrazione permette di usare calcestruzzo con minore umidità accelerando così il processo di maturazione, incrementando la produttività.

 

La presenza di un sistema di maturazione, aumenta la produttività accorciando I tempi di maturazione. Questo sistema consiste in una serie di tubi alettati posizionati sia dentro alle sponde pannello che sotto il telaio di base, dove acqua calda o vapore industriale fluiscono ad una pressione che può arrivare a 4-5 bar.

 

In presenza di un sistema di maturazione, le sponde laterali della cassaforma possono venire isolate termicamente con l’applicazione di teli plastici o pannelli in poliuretano.

 

Essenziale, per una linea di produzione di elementi precompressi, sono le centraline idrauliche e lance di tiro per poter eseguire il tensionamento di ogni singolo cavo, e le centraline di rilassamento per procedure al detensionamento con una singola corsa. L’intera gamma di queste attrezzature Bianchi sono disponibili nel seguente link .

 

Casseforme per barriere New Jersey

 

Le casseforme per la produzione di tutti i tipi barriere New Jersey sono progettate su specifiche del cliente, rispettando gli standard di omologazioni locali, ad esempio con marcatura CE.

 

Disponibili con una o più tasche (fino a 4) di misura personalizzabile, per ottenere la produttività giornaliera voluta.

 

Le barriere New Jersey possono essere prodotte con elementi in posizione diritta oppure rovesciata, seconto le specifiche del cliente. Nel secondo caso occorre una bilancino di sollevamento munito di dispositivo per il ribaltamento.

 

Cassero per pannelli di contenimento

 

Il rinforzo e la stabilizzazione del suolo circostante e dei pendii è l’elemento chiave per strade, ferrovie, e più in generale strutture di contenimento idraulico e civile. Il sistema è composto da:

 

  • Rinforzi geosintetici: membrane di materiale plastico di diversa resistenza
  • Rinforzi in acciaio strutturale
  • Pannelli di facciata in calcestruzzo. Applicazione di pannelli prefabbricati accoppiati con un sistema di collegamento molto preciso. I pannelli hanno dimensioni standard 1,5×1,5m, con diversi tipi di finitura (standard, pietra naturale o con matrici), una forma speciale di collegamento maschio/femmina, collegati fra loro per mezzo di elementi architettonici chiamati “colonne” or “angoli”. Il set completo è costituito da 5 tipologie di casseri differenti, ognuno di essi necessita di un assemblaggio molto accurato, oltre che una capacità di taglio/piega lamiera molto precisa.